Giustina - versuri Dalida | Versuri.ro
Giustina - versuri Dalida | Versuri.ro
spacer
spacer
spacer
Spacer
  Versuri >> D >> DA >> Dalida >> Giustina
Urmăreşte artist

Versuri Dalida - Giustina


Coi cesti sulle spalle
Passava ogni mattina
Piegata dalla vita
La povera Giustina

Coi cesti sulle spalle
Tornava a tarda sera
Silente e solitaria
Nella sua veste nera

Avevo sette anni
E mi sembrava anziana
Più vecchia dell'ulivo
Vicino alla fontana
Pero mia madre sempre
In fondo alla cucina

Gridava al suo passaggio
Saluti a voi Giustina

Sedeva li da sola
Davanti alla sua casa
E fino a tarda notte
La luce stava accesa

Nè figli nè nipoti
Soltanto un vecchio cane
Col quale divideva
I ceci oppure il pane

Avevo sedicianni
E la trovavo brutta
Come quei rami secchi
Che plù non dannofrutta
Pero mia madre sempre
In fondo alla cucina

Gridava al suo passaggio
Saluti a voi Ginstina

Un giorno per la via
Lei smise di passare
La sera le campane
Si misero a suonare

Lei era morta sola
A novantinni e un giorno
A quell'età si è soli
Anche coi figli intorno

Ed io che avrei compiuto
Trentanni a primavera
Senti la giovinezza
Partire quella sera
Non c'era più mia madre
In fondo alla cucina

E allora le gridai
Addio
Addio Giustina




Spacer
Spacer  Caută    cu Google direct


 Traducere automată



Autentificare
Close 


  spacer
Versiunea mobilă | RSS | Arhivă stiri | Arhivă cereri | Parteneri media | Resurse | Condiții de utilizare | Politica de confidentialitate | Contact
 
 

#   a   b   c   d   e   f   g   h   i   j   k   l   m   n   o   p   q   r   s   t   u   v   w   x   y   z